OKO_2_web

Un esperimento sui materiali riciclati e un gioco di scatole cinesi, diventano il punto di partenza per dare nuove forme alla resina, al cemento e alla luce. 

Una sorta di esercizio di stile che parte da scarti di materiali plastici per approdare a una lampada.

Il corpo di cemento si apre in un orizzonte di resina colorata che si illumina e disegna le superfici che incontra.

OKO (barattolo in lingua Maori), si può realizzare in vari formati e colori; personalizzabili anche il fondello in metallo e il cavo.

Utilizzabile come lampada da sospensione o da tavolo.

3737 View